news

La Festa dell’Annunziata

on

La Cattedrale di Castro è consacrata da sempre alla Beata Vergine SS.Annunziata e per Lei i castrioti preparano da secoli una straordinaria ogni anno.L’Annunciazione è fissata dal calendario liturgico al 25 marzo e per tantissimo tempo in quella ricorrenza aveva luogo la festa  patronale.

Si pulivano le strade non ancora asfaltate lungo tutto il borgo medievale;i priori scavavano a mano le buche dentro cui venivano i pali delle luminarie;alle finestre si stendevano le coperte e le lenzuola più finemente lavorate per abbellire i luoghi al passaggio della processione;le donne riempivano canestri di petali di rosa da spargere all’arrivo della Vergine.

La processione era il momento più importante della festa;le campane suonavano a stormo e i fuochi d’artificio riempivano di rondini impaurite il cielo di primavera.La statua dell’Annunziata e dell’Arcangelo Gabriele era portata a spalla da devoti che impegnavano ingenti somme di denaro per ringraziare di una grazia ricevuta;era preceduta dalle statue di Dorotea,copatrona di Castro,di San Giuseppe,di Sant’Antonio e del Cuore di Gesù.La banda suonava inni religiosi e,la sera,intratteneva i castrioti con l’esecuzione delle arie di più note di famose opere liriche.La sera si passeggiava nelle strade illuminate a giorno;i più piccoli rimanevano a bocca aperto davanti a funamboli,ai giocolieri o a coloro che proponevano giochi d’azzardo.Si andava a dormire a notte tarda,dopo gli ultimi fuochi,e si sognava già la festa dell’anno dopo.

Oggi la festa civile dell’Annunziata è stata spostata al 25 aprile: le luminarie sono molto più estese e più rumorosi in fuochi d’artificio;c’è anche molta più gente;vengono le giostre e i cantanti famosi.Si spendono molti più soldi ,quindi più ampia deve essere la disponibilità dei castrioti e più duro e impegnativo è ilò lavoro dei priori.La festa rimane sempre molto bella e suggestiva.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *